mastermind group

Il Potere del Mastermind Group - L'Arma Segreta per la tua Vita personale e professionale

HAI UN GRUPPO MASTERMIND?

Il Mastermind Group è uno strumento di fondamentale importanza per il successo personale e professionale. Molte persone di successo attribuiscono la loro intera fortuna al potere e alle conoscenze accumulate attraverso i gruppi Mastermind.

mastermind group

In questo libro faremo anche un viaggio nel passato, che offre strumenti di inestimabile valore per la comprensione del presente e per la costruzione del futuro.

Le persone condividiamo il nostro tempo e che ci circondano fanno tutta la differenza del mondo.

Con le persone giuste si può creare un sistema di supporto molto potente con una visione a lungo termine.

Pensa in grande. Allarga i tuoi orizzonti!

Quando sei circondato da persone incredibili, puoi fare cose incredibili.

Se vuoi cominciare ad allargare le tue conoscenze e confrontarti con altri professionisti, allora questo è l’evento che fa per te: HYBRID MASTERMIND 


Gruppi e Dinamiche di Gruppo: Il Contatto nell' Intergruppo e il Pregiudizio

Questo libro è dedicato a chi ha censurato la mia tesi universitaria “LA TEORIA DELLA REALTA” e colgo l’occasione per ringraziare anche gli studenti che hanno assistito a tale delitto.

“Quando osservi le marionette capisci quanto è bello pensare in modo diverso, muoverti in modo diverso e provare cose diverse” Edoardo Zeloni Magelli

GRUPPI E DINAMICHE DI GRUPPO: Il Contatto nell’ Intergruppo e il Pregiudizio

Il pregiudizio è un tema che ha suscitato un grandissimo interesse nelle scienze umane e sociali, poiché fa riferimento ad ambiti e problemi – quali il rapporto con la diversità, la discriminazione, la convivenza civile, la pace, l’ interculturalità – di estremo rilievo teorico, pratico, politico.

Tale interesse si è intensificato a partire dal secondo dopoguerra, in relazione ai programmi discriminatori che si sono sviluppati intorno alle ideologie totalitarie, alle importanti forme di razzismo che hanno interessato gli Stati Uniti d’ America e in tempi recenti per l’ importante fenomeno migratorio che interessa l’ Europa.

Secondo l’ ipotesi del Contatto (Allport, 1954), l’ incontro tra membri di gruppi diversi, se avviene in condizioni favorevoli, può ridurre il pregiudizio.

Negli ultimi 20 anni, alcuni modelli teorici, che traggono la loro origine dalla teoria dell’ identità sociale (Tajfel, 1981), si sono proposti di estendere l’ ipotesi del contatto in particolare per individuare le condizioni che portano alla generalizzazione degli effetti positivi del contatto dai membri dell’ outgroup conosciuti (outgroup prossimale) ai membri dell’ outgroup non conosciuti (outgroup distale).

Ci sono fattori negativi come l’ ansia, l’ autoritarismo e le restrizioni normative che meritano una maggiore attenzione perché possono diventare dei punti chiave per la ricerca futura del contatto intergruppi.

Una tale enfasi consentirebbe una più completa comprensione delle condizioni che aumentano e inibiscono i potenziali effetti positivi del contatto.

Piuttosto che in un fenomeno situazionale, il contatto ha bisogno di essere piazzato in un contesto sociale, multi-livello e longitudinale.

 

A concludere il capitolo sulle “Suggerimenti per Strategie Didattiche” e il capitolo “Extra” sull’Effetto Alone e l’Effetto Pigmalione