continente di plastica

L'Uomo e il Continente di Plastica

La Storia del Continente di Plastica.

Dovresti ascoltare con molta attenzione questa storia sul continente di plastica. Sai perché? Perché ogni anno ingerisci circa 4000 microparticelle di plastica!

Si, hai capito bene! Prenditi un paio di minuti per leggere questo articolo.

Devi sapere che tra l'America e l'Asia esiste un continente di cui si parla molto poco. È  grande come tre volte la Francia, ma non è un continente fatto di terra, dove nascono gli alberi e gli animali, ma è un continente fatto di 80.000 tonnellate di rifiuti, per la maggior parte materiale plastico (polietilene e polipropilene).

Fu scoperto negli anni 80 e le sue dimensioni purtroppo aumentano ogni giorno.

Purtroppo le brutte notizie non sono finite. Ci sono altre enormi isole galleggianti di spazzatura a giro per gli oceani.

Un disastro ecologico sottovalutato. Più di 12 milioni di tonnellate di plastica finiscono annualmente nell'oceano, ogni anno 25 milioni di animali marini vengono cancellati dagli oceani e i mari sono diventati il 30% più acidi mettendo a rischio l'intero ecosistema mondiale.

Diventa cosciente che senza un ecosistema funzionante, l'atmosfera non può funzionare. E senza una atmosfera che funziona, l'uomo non può sopravvivere.

Riesci a capire la gravità della situazione?

Continua a leggere se hai a cuore la tua salute e quella della tua famiglia (e poi diffondi questo articolo).

Pensa che tutto è nato per delle palle da biliardo. Fino alla metà dell'ottocento le palle da biliardo erano fatte in avorio, con le zanne di elefante. Era molto costoso realizzarle e ogni anno si uccidevano circa 12.000 elefanti. Era necessario trovare una alternativa, sia per ridurre i costi, sia per trovare una soluzione ecologica.

Allora un produttore di biliardi americano, decise di dare un premio per il chimico che avesse risolto il problema e il risultato fu la celluloide, una plastica artificiale brevettata negli USA da John Wesley Hyatt nel 1869.

È curioso notare quindi che la plastica era stata creata anche come materiale ecologico per salvare la vita agli animali. E lo stesso materiale per salvare l'ambiente adesso lo sta rovinando. Perché?

Naturalmente la radice di ogni problema è sempre l'ignoranza che deve essere contrastata con la cultura, leggere libri e una continua formazione. Con più cultura e più formazione ci sarebbe anche meno stupidità.

Si! L'Uomo è stupido!

Come si può creare delle cose usa e getta e monouso con un materiale indistruttibile? È stupido, non trovi?

Lo sai che una bottiglia in acqua impiega circa 500 anni per degradarsi? Attenzione! La plastica non è biodegradabile, ma fotodegradabile.

Significa che gli agenti atmosferici, come acqua, vento, sole la scompongono in microplastica. Quindi piccolissime particelle di plastica si diffondono nell'ambiente e finiscono per essere ingerite dagli animali che finiscono sulle nostre tavole.

Devo darti altre brutte notizie! Anche il sale marino è contaminato da microfibre di plastica e anche le acque dei rubinetti di tutto il mondo contengono tracce di microplastica.

Percentuale di campioni di acqua di rubinetto contenenti microplastiche prelevati in vari Paesi da OrbMedia

Studi rivelano che ogni anno finiscono nel tuo sangue circa 4000 microparticelle di plastica!

Abbiamo notato che l'inquinamento da plastica ha un forte impatto negativo sulla fauna, pensi che per la salute dell’uomo non sia lo stesso?

Come sempre l'uomo è l'artefice della propria situazione. Il continente di plastica è stato scoperto negli anni 80 e da allora è stato fatto molto poco e non sono state prese decisioni importanti per mettere fine a questo disastro.

Forse troppi interessi economici? Ma senza un pianeta dove poter vivere, a cosa servono i soldi?


"Quando avranno inquinato l'ultimo fiume, abbattuto l'ultimo albero, preso l'ultimo bisonte, pescato l'ultimo pesce, solo allora si accorgeranno di non poter mangiare il denaro accumulato nelle loro banche". Toro Seduto

Però, la colpa è anche delle persone comuni, che quando finiscono un oggetto di plastica, scelgono di non partecipare alla raccolta differenziata e scelgono di non aiutare il riciclaggio.

continente di plastica

Per non parlare delle "bestie" che gettano i rifiuti in terra, nell'erba, nei boschi, nelle spiagge, nei mari e nei fiumi. Per loro urge una tripla dose di cultura e formazione.

Purtroppo studi ci dicono che ci rimangono solamente 30 anni, e poi nel 2050 il peso della plastica sarà maggiore del peso di tutti i pesci presenti nei mari e negli oceani. Quindi ci sarà più plastica che pesci in mare! 

Questo è spaventoso. Abbiamo rovinato il pianeta più bello delle galassie!

Adesso ho bisogno della tua massima ATTENZIONE!

Tieni bene a mente che davanti ad ogni nuova scoperta, che sia un nuovo materiale, una nuova forma di energia o nuova tecnologia, l'uomo è chiamato ad una sfida, quella di essere all'altezza di quella scoperta.

Pensa adesso ai film di fantascienza dove l'uomo crea qualcosa, e poi questo qualcosa esce fuori dal suo controllo e mette in pericolo il mondo. Se ci pensi bene, queste non sono solo storie perché c'è un fondo di verità. In questi film ci sono insegnamenti celati e nascosti che mettono in guardia l'uomo sul suo futuro.

Ora apri bene la mente!

Dobbiamo essere all'altezza delle nostre tecnologie o rischiamo di essere spazzati via. (Pensa alla plastica, ai disastri nuclerari, ma anche all'abuso di smartphone che sta generando nuove gravi patologie).

Io non sono contrario all'evoluzione e il progresso tecnologico, ma c'è una cosa fondamentale da tenere bene in mente:

INSIEME ALL'EVOLUZIONE E AL PROGRESSO, DOBBIAMO FAVORIRE E SVILUPPARE UNA EVOLUZIONE CULTURALE, INTELLETTUALE, ETICA E MENTALE!

Altrimenti il progresso sarà un regresso fatto di nuovi disastri e catastrofi.

Dobbiamo tutti quanti, TUTTI, metterci una mano sulla coscienza e contribuire al cambiamento del futuro. Sai perché dovremo essere interessati al futuro? Perché è lì che andremo a vivere!!!

Adesso non importa che tu sia bianco, nero, rosso o giallo. Non importa da quale parte del mondo vieni. Siamo tutti abitanti di questo pianeta ed è arrivato il momento di unire le forze per far tornare a splendere il pianeta più straordinario delle galassie. Riprendiamoci il nostro paradiso terrestre.

Condividi subito questo articolo con le persone che ti stanno a cuore.

Da ora in poi pensa a come gestisci i tuoi rifiuti. Impegnati a riciclare e non alimentare il consumo di plastica!

BASTA PLASTICA! BASTA INQUINAMENTO!

Ripristineremo l'ordine naturale...

https://www.youtube.com/watch?v=HB_oEeD3CNk

marco montemagno

Marco Montemagno e il suo Videocorso: Il Dilemma del Posizionamento

Marco Montemagno e il suo Videocorso: Il Dilemma del Posizionamento

Marco Montemagno come sapete ha lanciato il suo videocorso sui social network. Scrivo questo articolo dopo aver terminato la sessione di mastermind privata del pomeriggio.

Come sapete, io e il mio gruppo mastermind tutte le settimane ci riuniamo a parlare per confrontarci su temi specifici, con lo scopo di scambiarci conoscenze, strategie e conoscenze per migliorare i propri risultati e acquisire esperienza. (Scopri Il Potere del Mastermind Group)

L’argomento della settimana era “Il Posizionamento” (Il Positioning) e abbiamo parlato anche del caso del videocorso di Marco Montemagno.

Ora, ci tengo a precisare che tutti i membri del gruppo hanno un grandissimo rispetto per Marco, lui è un bravissimo comunicatore, una persona molto colta e intelligente.

Abbiamo notato una grandissima discrepanza tra il numero dei followers di Marco Montemagno e le vendite del suo videocorso.

Quindi ci siamo chiesti: Come può un influencer con così tanti followers vendere solamente 2000 copie del suo corso e anche ad un prezzo molto basso? Il prezzo era solamente di 197€ e alla portata di tutti.

La cosa era abbastanza scontata per chi è del settore e conosce il marketing (quello vero che in pochi conoscono!).

Ora, ci sono naturalmente più fattori, ricordate che non è mai una singola cosa, il modo di pensare unicausale lasciatelo alle persone ottuse, imparate ad adottare sempre un modo di pensare multicausale.

In questo articolo vi dirò il motivo principale e quello più importante.

Il problema è proprio il posizionamento. Tutti ne parlano, tanti lo insegnano, ma nessuno lo ha capito veramente.

Sapete quante volte mi capita di parlare di marketing con professionisti, soprattutto di posizionamento e questi “professionisti” non conoscono nemmeno Al Ries? Siamo alla frutta. Chi insegna il posizionamento non ha studiato chi il posizionamento lo ha inventato.

Il posizionamento o lo studiate direttamente da Al Ries o da Frank Merenda che è un suo studente diretto e che ha organizzato dei corsi di marketing insieme a lui. Stop!

È come se un formatore tenta di spiegarvi la Psicologia Primordiale e non è un mio studente. Ma che ne sa lui della Psicologia Primordiale se non l’ha studiata da me che ne sono il padre?

Sorvoliamo, torniamo alla questione del problema del videocorso di Marco.

Marco Montemagno ha questo posizionamento nelle menti delle persone:

VIDEO DI MARCO MONTEMAGNO = GRATIS

Questo contrasta naturalmente con il concetto di videocorso a pagamento. Accendete il cervello e fate attenzione alle sfumature, non siate superficiali, stiamo parlando del tema video.

Con un altro prodotto lui avrebbe fatto sicuramente molte più vendite, ma non con il videocorso. I fatti confermano questa analisi. Ci sono marketers che con una quantità di followers infinitamente più piccola rispetto a Marco ma che riescono a fare più vendite perché meglio posizionati nel mondo dei videocorsi.

Il Marketing avviene nelle menti delle persone. La maggior parte delle persone che seguono Montemagno ha imparato ad associare Marco Montemagno a Video Gratis sui Social. Questo contrasta con il concetto di Videocorso di Marco a pagamento.

Adesso, non possiamo fare una lezione di Brand Positioning con un semplice articolo sul blog. Questo è un argomento un po’ complesso, ci sono sfumature che fanno la differenza e solo chi ha studiato alla fonte le può cogliere.

Il posizionamento è talmente importante che io lo tratto approfonditamente nel secondo modulo del Protocollo Zeloni Magelli, quello del LIFE POSITIONING.

Il LIFE POSITIONING è un concetto molto più ampio del posizionamento tradizionale ed è un modulo da me creato che ti aiuta a trovare con grande efficacia il tuo posto nel mondo.

Comunque, ripeto, nessuna critica a Marco, non abbiamo espresso alcun parere sul fatto che sia stato giusto o sbagliato il lancio del suo videocorso, abbiamo semplicemente affrontato il tema del giorno che era il posizionamento e ci è capitato anche di parlare di questo caso.

Dobbiamo ringraziare Marco Montemagno.

In questi anni ci ha regalato tantissimi contenuti di grande valore, altri magari un po’ meno, di correnti di pensiero ormai obsolete, altri settati sulla massa, ma la maggior pare dei suoi video sono veramente validi è ben fatti. Come detto prima, lui è un grandissimo e bravissimo comunicatore.

Se volete portare con voi un insegnamento da questo articolo, prendetevi questo.

Fate attenzione alle informazioni che circolano tra la massa, hanno 2 problemi.

Il primo è che sono sbagliate, la massa non ha mai ragione, altrimenti tutti avrebbero successo. Il secondo è che sono scadute. Cioè che erano informazioni corrette anni fa ed erano valide nel loro contesto attuale, ma che oggi hanno perso la sua efficacia e sono più deboli.

Fatevene una ragione! Le informazioni quando arrivano alla massa sono scadute, non funzionano più!

Mettetevelo bene in testa. Le persone che hanno informazioni preziose, che hanno informazioni di grandissimo valore, non le condividono con la massa, e se lo fanno, lo fanno ad un prezzo importante.

Le informazioni che trovo negli ambienti di nicchia che frequento, sono di gran lunga superiori. Siete liberi di non crederci, ma quello che ci siamo detti oggi,  arriverà a voi tra 5-6 anni. Le nozioni che abbiamo affrontato oggi, cominceranno a circolare in rete tra 5-6 anni.

Fate attenzione. Cercate di bere dalle fonti giuste e soprattutto di farlo sempre alla fonte.

Secondo voi perché in Hybrid Mastermind, e soprattutto nei nostri incontri di mastermind privati, ci riuniamo in zone senza copertura di rete, lontano da apparecchi tecnologici?

Usate il cervello ragazzi. Le informazioni che contano sono riservate a poche persone. Riflettete.


Fare una Exit - Fare Cash Out della propria Azienda

Fare una Exit – Fare Cash Out della propria Azienda

Stavo facendo una consulenza ad un cliente, lui voleva partecipare al CenHolding per fare una Exit, voleva fare cash out della propria azienda, e poi smettere di lavorare.

Lui ha una azienda che fattura più di 5 milioni di euro all’anno, lui è un bravissimo imprenditore, però c’è un problema.

Il problema è che lui, è troppo fondamentale per la sua azienda. Senza di lui, l’azienda vale zero.

Ora fai molta attenzione a quello che ti sto per dire, facciamo una panoramica generale sull’argomento.

La maggior parte delle persone pensa che fare una exit, sia come la vendita di una casa, tu vendi una casa, ricevi i soldi, e poi non ci pensi più.

È che nella maggior parte dei casi, non funziona proprio così, i passaggi aziendali, avvengono diversamente. Queste dinamiche di acquisizione di una azienda, sono sconosciute alla maggior parte degli imprenditori.

Adesso ti spiego come funziona.

Quando una azienda fa cash out, e viene rilevata da un gruppo, nella maggior parte dei casi, il contratto di cash out, prevede anche la presenza dell’imprenditore all’interno della azienda. Praticamente è come se l’imprenditore, rimane per un po’, a fare il dipendente di se stesso, dopo l’acquisizione. E questo periodo può variare da contratto a contratto.

E spesso c’è anche un Earnout, una parte variabile del prezzo, legata ai risultati dopo l’acquisizione. Questo viene rifatto per ridurre un po’ i rischi dell’operazione.

Quindi fai attenzione, puoi vendere la tua azienda e capitalizzare, però è molto probabile che ti venga richiesto di rimanere a fare il dipendente della tua azienda.

Ti verrà richiesto per un periodo di transizione di guidare l’azienda e questo periodo può essere anche lungo.

Ti confido un segreto, spesso, chi vuole comprare una azienda, vuole comparare anche il fondatore. Per evitare questo, devi formare bene il personale.

Il succo è che non devi essere l’unico cervello della ditta. Fai in modo di lasciare anche altri cervelli in azienda.

Devi fare in modo di vendere l’azienda indipendentemente da te, devi vendere l’azienda senza te dentro.

Cioè, la tua azienda non può essere basata solo sul tuo talento. Se sei tu l’azienda, e poi ti togli, l’azienda muore.

Devi fare in modo, di diventare superfluo alla tua azienda. Lei deve funzionare anche senza di te.

Cerca di rendere pratico e semplice il processo della tua azienda. Lavora anche alla creazione, di un manuale operativo.

Un manuale operativo che descrive ogni aspetto pratico di come funziona il tuo business. Un manuale operativo che può essere consegnato ad un dipendente con un training minimo, che può utilizzare per il suo lavoro.

Comincia a pensare come le grandi catene di franchising, che hanno dei manuali operativi molto dettagliati.

Quindi, se vuoi fare una Exit o Cash Out della tua azienda, va bene partecipare al CenHolding (La Grande Cena Mastermind) per presentarla davanti a investitori e business angel, però fai molta attenzione a quello che ti ho detto.


cena mastermind

Cena Mastermind per Investitori, Business Angel e Nuovi Progetti

Cena Mastermind per Investitori, Business Angel e Nuovi Progetti

Ci state scrivendo veramente in tanti per avere maggiori informazioni sul CenHolding di Capodanno, bene, Il CenHolding di Capodanno è La Grande Cena Mastermind del 29 dicembre.

Vediamo un po’ come è nata.

Per noi di Zeloni Corporation è sempre stata la nostra cena aziendale, era la cena che sanciva la fine dell’anno ma anche il primo giorno dell’anno nuovo. Per questo  l’abbiamo sempre scherzosamente chiamata come “la cena che ti fa guadagnare 2 giorni sulla concorrenza”. Poi cosa è successo. Questa  cena è stata aperta anche ai nostri amici imprenditori e investitori, ed è diventata una vera e propria cena mastermind.

Oggi però che cosa è il CenHolding?

Oggi il CenHolding è una cena che mette in contatto nuove idee e startup con investitori e business angel. È una cena che si divide in 3 parti.

Nella prima parte c’è un breve corso di formazione per capire quali sono i trend del nuovo anno.

La seconda parte è quella delle presentazioni. Infatti le startup avranno uno spazio per raccontare chi sono, e ci sarà anche uno spazio per giovani con nuove idee che vogliono raccontarsi.

La terza parte invece è quella dedicata alle relazioni, che sono la cosa più importante. Ci saranno feedback sulle presentazioni, i partecipanti si possono scambiare idee, consigli, strategie, conoscenze.

Il tutto condito con una bellissima cena.

Questa grande cena mastermind offre un duplice vantaggio.

Da l’opportunità a nuovi imprenditori di trovare finanziamenti privati, e offre nuove opportunità di investimento ad investitori e business angel.

A volte basta davvero una sola cena per rivoluzionare la tua vita e il tuo business.

Se hai davvero tanta fame, ma proprio tanta fame, ti aspetto al CenHolding di Capodanno, La grande cena mastermind del 29 dicembre.


trasferirsi all'estero

Trasferirsi all'estero per cambiare vita? Forse la scelta giusta per te!

Trasferirsi all’estero per cambiare vita? Forse la scelta giusta per te!

Trasferirsi all’estero per cambiare vita potrebbe davvero essere la soluzione per te. Cerca di riflettere.

Un aspetto fondamentale che tratta la Psicologia Primordiale è il luogo dove viviamo. Qual è il posto migliore per te, per le tue passioni e il tuo business? Puoi realizzare i tuoi sogni nel luogo dove stai vivendo? Dove è che vorresti vivere? In quale luogo potresti esprimere al meglio le tue capacità?

Spesso non otteniamo risultati perché ci troviamo in un luogo che non valorizza le nostre capacità.

Se sei un pesce, non puoi stare in un luogo dove vieni giudicato per la tua capacità di arrampicarti sugli alberi. Se sei un pesce devi stare in acqua. È li che puoi realizzare le tue migliori performance. È li che puoi esprimere tutto il tuo potenziale, ed è li che potrai raggiungere grandi risultati.

Tu sei come un seme, che può diventare un albero di successo. Tu hai tutte le carte in regola per diventare un albero forte, robusto che può dare dei frutti straordinari. Però devi crescere nel terreno giusto per te.

Qual è il terreno giusto adatto alle tue qualità? Tu, come ogni seme hai determinate caratteristiche. Ci sono semi che hanno bisogno della sabbia, ci sono semi che hanno bisogno della terra. Ci sono semi che riescono a crescere meglio al caldo, chi invece al freddo. Se tu oggi non sei la versione migliore di te stesso è perché molto probabilmente sei nato in un terreno a te sfavorevole.

Diventa consapevole che non puoi crescere in un terreno che non ti valorizza. Hai bisogno di crescere in un ambiente che stimola la tua crescita, in un luogo che si adatta alle tue caratteristiche.

Il luogo giusto è quello che riesce a tirare fuori la parte migliore di te.

Quindi non colpevolizzarti se fino ad oggi non sei riuscito ad ottenere quello che volevi. Un seme portato dal vento in un terreno a sé sfavorevole non è un cattivo seme. Tu non sei un cattivo seme, hai solo bisogno del terreno giusto per sbocciare. In quale luogo puoi crescere al massimo delle tue capacità?

Ora fortunatamente a differenza di un seme, tu puoi lasciare un terreno povero per andare ad alimentarti in un terreno che ti offre tutto quello di cui hai bisogno. Diventa consapevole del fatto che con un po’ di coraggio puoi costruirti un lavoro e una vita ovunque tu voglia.

Naturalmente adesso non posso sapere se hai voglia di trasferirti all’estero per cambiare vita e lasciare il posto dove ti trovi adesso.

Se ci stai pensando, ti consiglio questo libro: Mollo tutto e vado all’estero di Francesco Narmenni

Tra l’altro ho avuto il piacere di conoscere Francesco, l’autore di questo libro, e posso dirvi che è un ragazzo veramente veramente in gamba. Andate a visitare il suo blog SMETTEREDILAVORARE.it e anche il suo canale YouTube “Smettere di Lavorare”.

Questa è proprio una guida pratica per crearsi una vita migliore in un altro paese. Questo è un lavoro molto ben fatto. Contiene anche i riassunti e le traduzioni delle leggi dei paesi in cui oggi conviene proprio trasferirsi.

Andiamo nei dettagli:

  • Scegliere un paese in base ai propri mezzi e al costo della vita
  • Reperire utili informazioni sulla destinazione (consolati, siti governativi, normative ecc.)
  • Le mete più interessanti
  • Muovere i primi passi (iscrizione all’AIRE ecc.)
  • Comprare casa all’estero (procedure generali, dritte per evitare le truffe, rapporti con il fisco italiano)
  • Trovare lavoro all’estero (canali adatti, professioni richieste)

 

Scegli il posto dove vivere, scegli di vivere in un posto che riesce a tirare fuori la parte migliore di te stesso. Scegli un luogo che riesce a farti esprimere tutto il potenziale che hai. Anche se questo può significare trasferirsi all’estero.

Trasferirsi all’estero per cambiare vita potrebbe essere davvero la scelta giusta per te. Ricorda, con un po’ di coraggio puoi costruirti un lavoro e una vita ovunque tu voglia.


la lettura

La lettura è il segreto dei milionari

Qual è il segreto dei milionari? La lettura.

Devi sapere che i più grandi al mondo indicano come loro fattore critico di successo proprio la lettura. Proprio così, le persone più ricche del pianeta leggono tantissimo.

Però devi fare attenzione a leggere i libri giusti. Cerca di preferire la saggistica piuttosto alla narrativa. Devi sapere che le persone con un basso reddito leggono per intrattenersi, mentre le persone ricche leggono per migliorarsi, per crescere, per diventare sempre più brave.

Cerca anche tu di leggere ogni giorno, anche solo per 10 minuti, per acquisire quelle conoscenze e quelle competenze che ti possono trasformare in una persona migliore.

La mia vita ha davvero svoltato quando ho cominciato a leggere un libro a settimana, oggi dedico almeno 4 ore al giorno allo studio.

Pensaci bene, come puoi diventare una persona migliore, se non acquisisci quelle competenze, quelle abilità, quelle conoscenze che ti possono trasformare in una persona migliore.

Un libro non è solo una fonte di arricchimento culturale, ma ti arricchisce davvero in tutti i sensi. La cultura stessa è fatta di libri, senza i libri non ci sarebbe stato progresso per l’umanità.

Nei libri si nascondono tantissimi insegnamenti, purtroppo oggi sembra che la lettura sia messa quasi da parte e questo è l’errore più grande della nostra società attuale.

Il dato sconfortante è che solo il 10% della popolazione legge davvero, diciamo la verità, la scuola ci obbligava a leggere, ci ha fatto odiare la lettura per anni. Noi con il tempo abbiamo imparato ad associare delle sensazioni negative alla lettura.

Cerchiamo di rispolverare l’amore per la lettura.

Se non leggi spesso, ricordati che si legge per imparare! Se non leggi molto, comincia anche per soli 10 minuti. E non dire che non hai tempo, perché se non hai tempo nemmeno per leggere 10 minuti al giorno, ma che razza di vita stai facendo?

Oggi, il maggior nemico numero uno delle persone è lo smartphone, prova a togliere tempo alla tecnologia a vantaggio della lettura. Prova a pensare a tutto il tempo che dedichi magari a guardare la televisione o al cellulare. Se tutto quel tempo lo impiegassi nella lettura per imparare cose nuove, saresti una persona migliore? Io penso proprio di sì.

Quindi da ora in poi, cerca nell’arco della tua giornata di ritagliarti degli spazi da dedicare alla lettura. Cerca anche di leggere libri che non sono del tuo settore, leggi di tutto. Leggere libri di un altro settore ti permette di trovare idee e spunti interessanti da importare nel tuo campo.

Questa è davvero una potente strategia che ti permette di avere una visione molto più ampia delle cose, e spesso è così che nascono le grandi innovazioni.

Quindi, dedica più tempo alla lettura, cerca di imparare qualcosa di nuovo ogni giorno, e poi leggere è anche una pratica che fa bene anche al cervello.

Voglio darti un altro consiglio, scegli di leggere libri cartacei. Il libro di carta ti permette di esplorare un tema con maggior profondità.

La non lettura sta danneggiando la nostra società. E se ci pensi bene anche la qualità della tua vita e del tuo lavoro. Quindi, dedica più tempo alla lettura!


viaggi digital detox

Viaggi Digital Detox per il tuo benessere digitale

Viaggi Digital Detox per il tuo benessere digitale

In questo articolo andiamo alla scoperta dei viaggi digital detox. Che rapporto hai con internet e i dispositivi tecnologici? Sei soddisfatto del livello della tua produttività giornaliera oppure sai che potresti fare di più?

Pensa a queste domande: Quante volte hai controllato il cellulare oggi? Quante volte hai controllato le e-mail? Quante ore passi sui social network?

La tecnologia ci offre degli strumenti veramente importanti, però vanno saputi gestire, non possiamo esserne schiavi. Si sta sempre più diffondendo questa cultura dello stare sempre connessi, di stare disponibili 24 ore su 24.

Questa nuova tendenza è causa di stress e di gravi nuove patologie.

Per non parlare della produttività, ogni 180 secondi subiamo una distrazione e poi occorrono 24 minuti per tornare concentrati. Così non puoi continuare, la produttività sta sempre più diminuendo e le aziende stanno pagando a caro prezzo per questo.

Ma fortunatamente, esistono delle soluzioni.

Hai mai sentito parlare dei viaggi digital detox?

Ho il piacere di essere uno dei docenti dei viaggi digital detox che organizza Digitox e per i primi giorni sarai insieme a me e ti insegnerò a gestire la tua sfera digitale.

Con Digitox potrai goderti anche un bel tour sull’isola di Fuerteventura dove potrai fare attività rilassanti e rigeneranti che ti ricaricheranno alla grande.

Ti garantisco che la persona che tornerà dal viaggio, sarà una persona completamente diversa, enormemente più produttiva.

Se seguirai i consigli che ti darò, sono sicuro che riuscirai a portare la tua produttività a livelli talmente straordinari che magari il tuo capo può darti anche una bella promozione.

Inoltre sarà una esperienza che ti porterà dei grandi benefici per la tua salute fisica, mentale, spirituale ed emotiva. Ricaricarsi in mezzo alla natura è un toccasana per il tuo benessere a tutti i livelli.

Adesso non ti resta che preparare la valigia, prenotare, rilassarti, rigenerarti e tornare più carico che mai.

Buon viaggio!


joint venture

Internazionalizzazione e crescita con la Joint Venture

Se vuoi crescere e internazionalizzare la tua impresa non puoi ignorare i vantaggi di realizzare una joint venture.

Che cosa è una Joint Venture?

Una joint venture è un’alleanza strategica tra due o più soggetti (persone fisiche o giuridiche), una forma di associazione temporanea tra imprese che si accordano per collaborare al fine del raggiungimento di un determinato scopo, per la realizzazione di un investimento o progetto comune, in un settore di comune interesse.

Quindi è un accordo per unire le forze fra due o più imprese mirato al progresso tecnologico, allo sviluppo di reti commerciali, distributive, finanziarie o creazione di sistemi industriali.

Si condivide in sinergia costi, rischi, know how, tecnologie, finanze e risorse per raggiungere nel migliore dei modi l’obiettivo comune.

È una formula strategica che permette di accedere ad opportunità che normalmente sarebbero preclusi alle singole imprese, o per via dei grandi capitali necessari, o per gli alti rischi connessi o per via della complessità del progetto da portare a termine.

La Joint Venture può realizzarsi secondo la forma contrattuale o la forma societaria

Joint Venture Contrattuale.

Non si costituisce un nuovo soggetto giuridico, le società partecipanti mantengono la propria autonomia giuridica e stipulano un contratto chiamato “Joint Venture Agreement”, nel quale vengono fissati i ruoli, i diritti e gli obblighi di ciascuna parte per la realizzazione del progetto comune.

Vengono quindi stabiliti gli obblighi per i contraenti, come la suddivisione degli utili, la ripartizione delle perdite, capire quali risorse vengono messe a disposizione e le tempistiche di realizzazione.

Quindi questa è la forma dove due o più imprese mettono a disposizione le loro abilità, capacità e competenze reciproche al fine di ottenere un risultato comune.

Questa forma contrattuale solitamente ha una durata temporale che coincide con le tempistiche di realizzazione del progetto, che è il motivo per il quale essa è stata stipulata. La joint venture viene sciolta o al raggiungimento del risultato o qualora non sia possibile raggiungere gli obiettivi prefissati.

Questa forma è la più diffusa perché richiede minori investimenti iniziali ed è usata anche nei contratti di appalto internazionale.

Joint Venture Societaria.

Le parti di questa alleanza costituiscono un nuovo soggetto giuridico indipendente sotto forma di società: “Joint Venture Company”. Tale forma può avere molteplici strutture, dipende dai relativi paesi. Le società di capitali a responsabilità limitata sono chiamate “Incorporated Joint Venture” o “Joint Venture Corporations”.

Esse sono costituite da un “Main Agreement” e da uno o più “Operational Agreements”. 

Tra i vantaggi naturalmente vi è la facilità di reperire finanziamenti da parte di terzi e anche il nuovo sogetto giuridico diventa il responsabile di eventuali obblighi e responsabilità nei confronti di terzi.

La durata temporale per questa formula può essere anche a tempo indeterminato.

 

Se sei interessato a creare nuove partnership e joint venture non perderti i nostri eventi mastermind.

Se vuoi ulteriori opportunità, sappi che ho incominciato proprio una Joint Venture con International Joint Venture. Se vuoi saperne di più, clicca qui


andare dallo psicologo

Andare dallo Psicologo? Puoi aiutarti da solo con la Psicologia Primordiale

Vuoi andare dallo psicologo?

Se stai pensando di andare dallo psicologo questo è l’articolo giusto per te. Ma prima lascia che mi presenti, sono il Dott. Edoardo Zeloni Magelli e aiuto le persone a riabbracciare la loro vera vita attraverso la Psicologia Primordiale per riportare l’armonia nel mondo.

Cosa vuol dire riabbracciare la propria vita? Fatti una domanda, in questo momento della tua vita stai lavorando al tuo successo oppure a quello di altre persone?

Forse stai proprio vivendo la vita di un’altra persona. La causa di tutti i tuoi problemi è proprio questa.

Quando nasciamo, siamo siamo veramente noi, quelli veri, quelli originali, allineati alla versione originale di noi stessi, nasciamo con la mente originale pulita, vuota.

Ma poi cominciamo a ricevere dei messaggi provenienti dall’esterno che alterano la nostra vera essenza.

Fin dall’inizio sei stato condizionato, ti hanno insegnato quello che dovevi fare e quello che non dovevi fare, ti hanno detto quale era il bene e quale era il male, ti hanno detto che quelle cose erano buone e quelle erano cattive.

Questi condizionamenti, si sono fissati nel centro della tua intelligenza e continuano ad incitarti su cosa fare e cosa non fare.

Vorrei che tu iniziassi a capire che questi sono tutti messaggi provenienti da altre persone, non sono i tuoi messaggi e non stai vivendo secondo la tua vera natura. Vorrei che tu notassi che senza accorgetene ti sei trovato a vivere una vita governata da regole che non hai scelto tu.

Naturalmente adesso non posso sapere cosa stai provando e cosa stai pensando ma sono sicuro che ti piacerebbe cominciare a vivere la tua vera vita secondo le tue regole e secondo natura.

Devi riappropriarti della tua mente originale, riconnetterti con la parte più primitiva di te stesso e riallinearti alla versione originale di te stesso per TORNARE a VIVERE la tua vera VITA!

Ora non importa chi sei e dove ti trovi adesso. Il principio che insegno di tornare a vivere la propria vita si basa sul riconoscimento del fatto che praticamente nessuno sfrutta appieno le capacità del proprio cervello, nessuno sfrutta a pieno il potere immenso del nostro mondo interiore, e nessuno sfrutta a pieno, le attività, le relazioni, le risorse del mondo esteriore.

Per questo ho creato un protocollo con metodi avanzati, potenti strategie,  e nuovi modi di pensare e agire, per aumentare le tue capacità di raggiungere obiettivi personali e professionali e per elevare le tue performance a livelli straordinari.

Non hai bisogno di andare dallo psicologo, puoi aiutarti da solo con i miei libri e i miei video corsi. Quindi comincia ad investire su te stesso. Lo psicologo può solo indicarti la strada, poi devi essere tu a percorrerla. Andare dallo psicologo non ti servirà a niente se poi non sei disposto a compiere azioni.

Agisci non rimanere fermo a subire la vita! Clicca qua per accedere al PROTOCOLLO ZELONI MAGELLI


modi di pensare

Due modi di pensare possono essere diversi, ma entrambi validi e corretti

Due modi di pensare possono essere diversi, ma entrambi validi e corretti.

Quanto sarebbe bello svegliarsi domattina in un mondo, dove regna l’armonia, senza alcun tipo di conflitto sociale, fatto di pace dove si rispettano le diversità?

Il contatto nell’intergruppo può migliorare il pregiudizio e può aiutare a migliorare la società in cui viviamo. Ma è un fenomeno che deve essere piazzato in un contesto sociale, multilivello e longitudinale.

Se c’è un libro che le istituzioni devono leggere è “Gruppi e Dinamiche di Gruppo: Il Contatto nell’ Intergruppo e il Pregiudizio“. È il mio primo libro, scritto nel 2010, ma sarà sempre attuale.

Dobbiamo promuovere l’idea che due modi di pensare possono essere diversi, ma entrambi validi e corretti.

Rispettiamo gli altri, ascoltiamo e rispettiamo le diversità.

Chiedo alle istituzioni di mettere una mano sul cuore, una mano sulla coscienza e di comprare questo libro. E fallo anche tu!

Il mio sogno è quello di vivere in un mondo di rispetto dove regna l’armonia e sono sicuro che quel giorno è ormai vicino.